I Disturbi del Sistema Linfatico

Un difetto nel sistema linfatico persistente, quindi non un edema acuto che si manifesta dopo un intervento/un incidente o un infezione, si divide principalmente in due tipi: il linfedema e il lipedema.

Si possono poi trovare anche le forme miste: linf-lipedema.

Un disturbo e un’ insufficienza del sistema linfatico e quindi un edema cronico può essere

  • primario: un difetto dei vasi/noduli linfatici da quando siamo nati
  • secondario: a causa per esempio di un’ operazione, un incidente o una malattia che hanno portato a un danno al sistema linfatico.

In ogni caso, un edema senza un motivo principale, dovrebbe essere sempre controllato da un esperto.

Questo per trovare e trattare la causa ed evitare alcuni complicazioni gravi.

In basso troverete un Test indicativo per avere una idea di quale edema si tratta e se dovreste rivolgersi ad uno specialista.

Linfedema

È un disturbo dei vasi/noduli linfatici.

La linfa non può più essere eliminata a sufficienza e si accumula nella parte colpita. Sono edemi cronici che si possono manifestare dalla nascita o dopo un intervento e spesso colpiscono solo un arto del corpo.

Stadio 0: I vasi sani del sistema linfatico lavorano al massimo con meccanismi di compensazione per eliminare tutti i liquidi nel corpo. Non si manifesta ancora un edema. Il sistema riesce ancora a lavorare con meccanismi di compensazione.

Stadio 1: Il gonfiore si manifesta verso la sera e regredisce quando si portano in alto le gambe o le braccia.

Stadio 2: l’edema è persistente, si nota un indurimento del tessuto e un cambiamento del colore. Alcune zone sub cutanee diventano dure (fibrosi).

Stadio 3: La pelle diventa pergamenata e delicata e non è più sufficiemente nutrita. In alcune zone possono uscire anche vescicole, funghi o verruche.

Nota:

Quando c’è anche un’ insufficienza nel sistema venoso, si manifesta un flebo-linfedema con rischi di ulcere croniche (lesioni della pelle persistente).

Scopri se hai il Linfedema

Lipedema

È un disturbo del tessuto adiposo che consiste in una graduale proliferazione e degenerazione principalmente negli arti inferiori.

La quantità delle cellule del grasso è superiore e si depositano in maniera simmetrica soprattutto nei fianchi, glutei e cosce.

Colpisce soprattutto il sesso femminile e comincia di solito dopo l’adolescenza o dopo la gravidanza.

Per questo motivo la medicina presume una causa ormonale, ma spesso c’è anche una predisposizione genetica.

La malattia del Lipedema si manifesta in gambe grosse, che si gonfiano nella seconda parte della giornata e che toccandole fanno male.

Stadio 1: Cellulite con noduli piccoli in superfice, gambe pesanti soprattutto verso la sera. Le gambe fanno male anche con una pressione piccola (per esempio toccandoli o portando un jeans stretto)

Stadio 2: Stato 1 con Cellulite a noduli grande, grasso accumulato all’interno delle ginocchia e sulle anche.

Stadio 3: Grasso in eccesso in tutto la gamba, tranne i piedi. In casi estremi lembo di grasso e pelle che toccandosi si infiammano.

Scopri se hai il Lipedema

Write a comment